Sardegna Clima Onlus

Switch to desktop

Gli incendi in Sardegna

rogoLa piaga degli incendi boschivi in Sardegna durante la stagione secca è da sempre un problema di primaria importanza per la nostra regione. Il fenomeno infatti, negli ultimi anni, ha assunto caratteristiche di stabilità e continuità tali da richiedere sforzi sempre maggiori da parte degli organismi preposti allo spegnimento e alla lotta, nonchè impegni economici sempre più consistenti da parte delle istituzioni.

Ogni anno infatti vanno in fumo diverse migliaia di ettari di superficie boscosa arrecando danni gravi e spesso irreversibili al patromonio boschivo sardo. Tali danni possono essere facilmente individuati come una delle cause di desertificazione e impoverimento del suolo e di altre complesse azioni influenzanti i mutamenti climatici in larga scala e i rischi idrogeologici del territorio.

Nuove Tecnologie

Negli ultimi anni si è assistito allo studio e allo sviluppo di sistemi per il monitoraggio da satellite degli incendi boschivi mediante l'utilizzo di algoritmi che sfruttano le immagini nell'infrarosso termico dei sensori satellitari. Gli algoritmi di Fire-Detection (individuazione di incendi) da satellite si basano essenzialmente sull'utilizzo di due canali spettrali uno nell'infrarosso medio a circa 3.9 micron, sensibile alle temperature tipiche di un incendio (circa 1000 K) e uno nell'infrarosso termico intorno agli 11 micron, sensibile a temperature di circa 300 K. Uno di questi sistemi di monitoraggio è stato sviluppato dai ricercatori del CRPSM dell'Università la Sapienza di Roma e viene attulmente testato dal CFVA della Regione Sardegna. Il sistema chiamato SFIDE (System for FIre DEtection) è basato sull'alta ripetitività temporale con la quale sono trasmessi i dati MSG-SEVIRI (il satellite Geostazionario chiamato anche METEOSAT 8-9); la disponibilità a terra delle immagini con frequenza ogni 15 minuti garantisce infatti l'osservazione praticamente continua sulla medesima zona di interesse. Nelle prossime settimane sarà implementata, ma solo per il CFVA, la possibilità di ricevere le mappe ogni 5 minuti invece che ogni 15.

L'algoritmo

SFIDELa tecnica alla base dell'algoritmo SFIDE consiste nel confronto temporale continuo (change-detection) tra due o più immagini nell'infrarosso al fine di ottimizzare la frequenza temporale dei dati contro la limitata risoluzione spaziale delle immagini stesse. Con tale tecnica è possibile ricostruire l'andamento delle temperature superficiali e rilevare le eventuali anomalie termiche riconducibili alla presenza di incendi. In particolare è stato dimostrato e sperimentato come sia possibile individuare incendi di dimensioni del decimo di ettaro (0.1 ha) e dunque ancora nella fase iniziale compatibilmente con quelle che sono le esigenze degli organi preposti alla lotta e allo spegnimento dei roghi.

Per visualizzare la mappa in tempo reale degli incendi consultare il sito www.incendi.sardegna.it

Sardegna Clima Onlus - Cod. Fisc. 93040750916 - Sede Legale: Via S.Satta 1 - 08023 Fonni (NU) - Contatti: E-mail. info "at" sardegna-clima.it

Top Desktop version

Questo sito utilizza cookie tecnici per rendere la vostra navigazione più facile ed intuitiva.

I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.