Sardegna Clima Onlus

Switch to desktop

Confermato il cambio circolatorio

E’ con grande piacere che si conferma in pieno la prima uscita di analisi teleconnettiva del 2 gennaio nella quale si gettavano le basi, indotte da forzanti tropo-stratosferiche, di cambio netto circolatorio nell’ultima decade del mese.

Ebbene, restando fedeli alla tendenza tracciata con largo anticipo, abbiamo atteso i primi segnali della svolta meteo nelle uscite dei preminenti centri modellistici previsionali mondiali. Senza alcun segno di cedimento, e senza ritrattare la previsione come è stato fatto in qualche noto portale meteo , nonostante i GM non fossero propensi al ritorno del freddo qualche giorno fa, ora iniziamo a trarre le conclusioni tanto attese: Il Blocking nord Atlantico-nord europeo si realizzerà con massimi pressori situati nelle isole britanniche ( molti spaghi dell’ultima uscita Gfs sono concordi nel vedere la roccaforte alto pressoria in tali zone ) con richiamo sul suo bordo orientale di aria artico-continentale sui paralleli più bassi europei. Al momento nella prima fase l’aria avrà estrazione prevalentemente artica, risucchiata da una Scand low, a seguire verrà richiamata aria dalle caratteristiche più continentali a causa del tentativo del blocking Atlantico, con asse sud ovest-nord est, di congiungersi con il cugino russo. Il target temporale dell’inizio di tali manovre sinottiche rimane il 20-21 gennaio.

 

Si rimanda ai prossimi aggiornamenti.

Sardegna Clima Onlus - Cod. Fisc. 93040750916 - Sede Legale: Via S.Satta 1 - 08023 Fonni (NU) - Contatti: E-mail. info "at" sardegna-clima.it

Top Desktop version

Questo sito utilizza cookie tecnici per rendere la vostra navigazione più facile ed intuitiva.

I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.