Sardegna Clima Onlus

Switch to desktop

Un’altra ottima performance del modello WRF-2km

Come da previsione, nella tarda mattinata odierna, le attuali condizioni sinottiche, si sono creati i presupposti termodinamici ideali per l’innesco di attività temporalesca. Tali fenomeni tuttora interessano buona parte del centro sud dell’isola, specialmente i versanti occidentali complice la level-guide da NE.

 

Da notare la notevole precisione nella localizzazione delle prime celle convettive, le quali si sono originate nel centro Sardegna, traslando ed intensificandosi, accompagnate da attività elettrica, nel loro cammino verso sud sud ovest. Sono state di conseguenza interessate da precipitazioni, localmente con rain rate elevato, le stesse zone di ieri. Attorno alle 15 i settori più orientali del sistema temporalesco del Sulcis ha interessato l’hinterland cagliaritano come si evince dalle foto allegate. Come ieri va sottolineato, nella verticale di Cagliari, l’LCL piuttosto elevato, attorno agli 860hPa ed un Cape basso, sviluppato nei primi 500hPa atmosferici e piuttosto “snello” associato ad eguali valori di CIN fino ai 760hPa; valori questi che hanno permesso lo sviluppo si sistemi temporaleschi multicellulari che si rigenerano esclusivamente per il sollevamento forzato indotto dagli out flow.

Assenza inoltre di intense correnti a 300hPa determinano una risalita prettamente verticale degli updrafts, scongiurando le possibilità di innesco di più pericolosi temporali ad asse obliquo. In tali condizioni termodinamiche non si registrano manifestazioni meteorologiche intense: non si registrano forti colpi di vento, non si registrano grandinate, l’assenza di elicità dell’aria nella bassa troposfera e di wind shear non permette inoltre alle correnti ascensionali di avere lunga durata e maggiore organizzazione, gli LCL cosi elevati scongiurano eventuali touch down di trombe d’aria. E’ inoltre possibile stimare le velocità di risalita degli updrafts a partire dal valore del Cape; tramite semplici calcoli matematici, partendo dal cape di 146,5j/kg otteniamo una velocità media di risalita nell’updraft principale di circa 9m/s, la quale non è assolutamente in grado di destare alcuna preoccupazione.

 

 

 

Nella giornata di domani prevediamo lo sviluppo di nuove celle temporalesche nel centro Sardegna in evoluzione verso sud ovest spinte dalla level guide che rimarrà stabile da NE. Non si escludono dei rovesci nel capoluogo sardo prodotti dallo sviluppo di celle nel Sarrabus.

Sardegna Clima Onlus - Cod. Fisc. 93040750916 - Sede Legale: Via S.Satta 1 - 08023 Fonni (NU) - Contatti: E-mail. info "at" sardegna-clima.it

Top Desktop version

Questo sito utilizza cookie tecnici per rendere la vostra navigazione più facile ed intuitiva.

I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.