Sardegna Clima Onlus

Switch to desktop

Debole fase di maltempo in Sardegna

Un complesso sistema di perturbazioni atlantiche sta interessando buona parte dell'Europa. La nostra isola si trova compresa tra l'area perturbata e un campo di alta pressione presente sul nord Africa ed è interessata  in questo momento da una linea d'instabilità  prodotta appunto dal contrasto tra queste due masse d'aria.

Tra ieri e questa mattina sono state interessate le zone settentrionali e occidentali dell'isola, con accumuli anche importanti domenica 4 (20 mm a Scano di Montiferro, Ghilarza e Ittiri, 16 ad Asuni, 10 ad Oristano), mentre oggi sono i centri della Barbagia di Belvì ad avere i maggiori accumuli (Desulo 26 mm e Tonara 24 mm), con uno spostamento verso sud del sistema, che in questo momento sta interessando Oristanese, Barigadu e Brabaxana (Asuni 18 mm, Oristano 12 mm). Nelle prossime ore le precipitazioni sono attese in ulteriore spostamento verso sud, con l'interessamento dei Monti dell'Iglesiente e dei versanti esposti del massiccio del Serpeddì e con qualche sconfinamento nelle aree di pianura.

L'analisi del satellite ci mostra la linea instabile presente sul Mediterraneo e la perturbazione con il carico di aria fredda proveniente direttamente dal mare del Labrador tra Groenlandia e Canada, e che in queste ore sta facendo il suo ingresso nelle coste della Bretagna in Francia:

 

Nei prossimi giorni ci attendiamo l'arrivo dell'aria fredda anche sulla nostra isola, che entrerà sul Mediterraneo occidentale dalla Valle del Rodano dopo aver attraversato il territorio francese. Qui l'aria subisce un'accelerazione in uscita dal Golfo del Leone e arriva impetuoso nell'isola: stiamo parlando del Maestrale. Ci attendiamo quindi un'importante calo delle temperature; il vento moderato-forte amplificherà la sensazione di freddo e ci ricorderà che stiamo entrando nella stagione fredda; i valori in quota (1500 m) sono attesi intorno ai +2/+3°. Il cielo sarà nuvoloso con instabilità che via via andrà scemando.

L'analisi dei venti previsti a 850 hPa (venti geostrofici) per domani ci mette in luce la zona di estrazione della massa d'aria dal Nord America; si noti la colorazione più intensa in uscita dal Golfo del Leone:

 

Sardegna Clima Onlus - Cod. Fisc. 93040750916 - Sede Legale: Via S.Satta 1 - 08023 Fonni (NU) - Contatti: E-mail. info "at" sardegna-clima.it

Top Desktop version

Questo sito utilizza cookie tecnici per rendere la vostra navigazione più facile ed intuitiva.

I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.