Sardegna Clima Onlus

Switch to desktop

Ora il turno dell’aria artica: temperature in calo

Untitled 1L’aria polare marittima, richiamata dalla particolare configurazione sinottica direttamente dal Canada, è ormai dilagata su buona parte dell’Europa centro occidentale e Mediterranea. Tuttavia, come da previsione, non si è percepito, ancora, il calo termico trattandosi di aria molto fredda soprattutto in quota. Sono stati invece notevoli gli sbalzi termici in occasione degli intensi rovesci temporaleschi, in grado di pilotare l’aria fredda e pesante degli alti strati troposferici, attraverso i moti convettivi interni al temporale (downdrafst) verso il basso. A titolo dimostrativo si riporta il caso di Cagliari che, prima del transito della squall line a metà mattinata registrava una temperatura di 16°C crollata a 9°C nel giro di qualche minuto.

Nelle prossime ore il getto polare in uscita dagli States nord orientali conoscerà un importante ondulazione meridiana in aperto atlantico alimentando dinamicamente la spinta verso nord dell’anticiclone delle Azzorre. Alta delle Azzorre che si troverà “incastrata” ad est ed ovest da due profonde strutture depressionarie e costretta pertanto a puntare verso nord in direzione dell’alta termica groenlandese. Verrà così a formarsi, già dalle prossime ore, un blocking atlantico che impedirà l’ingresso di ulteriore aria polare marittima ma favorirà il richiamo di aria artica polare verso l’Europa centrale.

Nel corso della serata odierna nuovi impulsi perturbati interesseranno la nostra isola da ovest con rovesci accompagnati da raffiche di maestrale, più intensi nel sassarese, oristanese e nuorese. Fenomenologia che, localmente, potrebbe risultare intensa in occasione del transito del fronte freddo atteso nel corso delle ore pomeridiane. La quota neve scenderà progressivamente nelle prossime ore attestandosi attorno ai 900m.

Nella giornata di domani, un nuovo minimo depressionario sull’alto Adriatico si approfondirà fino a 987hPa richiamando dalla porta del Rodano linee di instabilità dirette verso la nostra isola. Per tutta la giornata registreremo quindi il transito di veloci rovesci e temporali, supportati dall’intensa circolazione di maestrale e da aria molto fredda a 500hPa (termiche comprese tra -30°C e -35°C) che favorirà l’innesco di intensa convezione. Rovesci che saranno spesso accompagnati da graupel o grandine fine. Quota neve inizialmente attorno agli 800 metri ma in calo nel corso del pomeriggio/sera fino a 500m/600m su tutta la regione.

La giornata di lunedì sarà transitoria, seppur con residui rovesci specialmente sui settori occidentali e nevicate sopra gli 800 metri, in attesa della formazione di un nuovo ed intenso minimo depressionario dalla giornata di martedì, il quale condizionerà buona parte della prossima settimana apportando nuove occasioni di maltempo e richiamando ulteriore aria fredda artica polare con nevicate che a più riprese potranno presentarsi sulla nostra isola fino a quote molto basse. Per ulteriori dettagli ritorneremo all’inizio della prossima settimana.

Sardegna Clima Onlus - Cod. Fisc. 93040750916 - Sede Legale: Via S.Satta 1 - 08023 Fonni (NU) - Contatti: E-mail. info "at" sardegna-clima.it

Top Desktop version

Questo sito utilizza cookie tecnici per rendere la vostra navigazione più facile ed intuitiva.

I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.