Sardegna Clima Onlus

Switch to desktop

Da stasera burrasca di maestrale e calo termico: il dettaglio sulle quote neve

giovedi notteL’ondata di maltempo che da più giorni attanaglia la Sardegna non accenna a placarsi. Impulsi freddi, prima di origine polare ed ora artica, si susseguono uno dopo l’altro, scorrendo lungo il bordo orientale dell’alta pressione delle Azzorre eretta lungo i meridiani in aperto Atlantico, sfondando nel Mediterraneo ed innescando intense aree di bassa pressione.

In queste ore un nuovo nucleo freddo sta scivolando in sede balearica dove prenderà forma una nuova area di bassa pressione. Il centro depressionario evolverà nel corso della giornata odierna verso levante conoscendo, nelle prossime ore notturne, un repentino approfondimento in prossimità della Sardegna. Il forte calo di pressione in un breve periodo temporale unito al forte gradiente barico orizzontale metterà in moto una vera e propria burrasca di maestrale, la quale spazzerà la nostra isola a partire dalla notte. Il forte gradiente barico orizzontale, inoltre, risucchierà letteralmente dalla porta del Rodano aria fredda artica che nel suo moto verso est/sud est verrà plasmata ed ostacolata dalla topografia isolana, apportando un calo delle temperature e della quota neve.

Ma vediamo più nel dettaglio cosa attenderci.

Fino alla tarda serata odierna prevarranno intense ed umide correnti di libeccio con precipitazioni diffuse su tutto il territorio regionale, più intense e insistenti sul nuorese e la Sardegna meridionale con accumuli localmente fino a 30mm/35mm in 12h. In questa fase la quota neve sarà piuttosto elevata e stazionaria attorno ai 1200m/1300m. Come anticipato, nel corso della prossima notte il minimo depressionario evolverà verso levante approfondendosi sul nord della Sardegna fino a valori al suolo di 985hPa. La differenza di pressione tra le coste settentrionali sarde e quelle meridionali sarà di circa 5hPa e tale da innescare un’intensa ventilazione di maestrale con raffiche fino a 80km/h inizialmente sul sud Sardegna e poi, nel corso della notte su tutta la costa occidentale.  Durante le ore notturne le nevicate saranno abbondanti sopra gli 800m/900m.

Nella giornata di domani il minimo depressionario, in evoluzione verso la Gallura e poi sul Tirreno, conoscerà un ulteriore approfondimento fino a 983hPa. L’assoluto protagonista sarà quindi il vento di maestrale con raffiche fino a 100km/h sulla Sardegna occidentale e meridionale. La Sardegna sarà interessata dal fronte occluso annesso al minimo depressionario con rovesci su tutto l’isola e accumuli particolarmente abbondanti, specialmente sul sulcis-iglesiente, nuorese e zone interne dell’oristanese e sassarese dove si raggiungeranno gli 80mm/24h. Le nevicate saranno molto abbondanti sopra i 1000m ma la quota neve calerà progressivamente nel corso della notte come evidenziato dall’elaborazione grafica.

giovedi notte

venerdì

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Venerdì, nuovi impulsi instabili legati alla depressione in evoluzione sul Tirreno, attraverseranno la nostra isola. Ancora precipitazioni abbondanti su tutta la nostra isola, con accumuli maggiori sul nuorese. La quota neve sarà in leggero calo e ancora variabile da zona a zona della Sardegna, come evidenziato nell’elaborazione grafica.

Per l’evoluzione meteo del week end è possibile avere un indicazione sull’editoriale A QUANDO UN DEFINITIVO MIGLIORAMENTO?, tuttavia vi richiamiamo ai prossimi aggiornamenti.

Sardegna Clima Onlus - Cod. Fisc. 93040750916 - Sede Legale: Via S.Satta 1 - 08023 Fonni (NU) - Contatti: E-mail. info "at" sardegna-clima.it

Top Desktop version

Questo sito utilizza cookie tecnici per rendere la vostra navigazione più facile ed intuitiva.

I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.