Sardegna Clima Onlus

Switch to desktop

Nuovo peggioramento a partire da Venerdì 13

Durerà ancora per poco la pausa che è seguita alla intensa irruzione di aria artico marittima di inizio mese. L’anticiclone ben disteso sul continente Europeo, da cui traiamo beneficio in queste limpide e terse giornate, lascerà spazio negli ultimi giorni della settimana a un nuovo peggioramento delle condizioni atmosferiche.

 

La massa d’aria che giungerà sul Mediterraneo occidentale sarà di origine prettamente atlantica, quindi umida e non particolarmente fredda. Questa sfrutterà una breccia tra i 2 blocchi anticiclonici per addentrarsi nel cuore del Mediterraneo occidentale, dove con elevate probabilità (Ipotesi condivisa da GFS, ECMWF, GEM ecc.) vi si andrà a isolare come goccia fredda in quota, con una posizione al momento non individuabile, ma che con elevate probabilità andrà a destabilizzare per almeno 5-6 giorni il tempo sull’isola.  

 

Addentrandoci nei dettagli possiamo dire che l’aumento della nuvolosità sarà avvertito a iniziare dal settore occidentale già dalla sera di giovedì. Le piogge saranno deboli e isolate a iniziare da venerdì verso metà giornata, quando le prime infiltrazioni di aria fredda in quota, transiteranno da ovest verso est, portando fenomeni principalmente nei settori sud occidentali della regione. La quota neve resterà ben più alta rispetto ai giorni scorsi e saranno da escludere nevicate sotto i 1400 metri di quota.

 

Sabato correnti occidentali umide interesseranno la Sardegna, con cieli coperti e qualche isolata e debole pioggia. Le temperature piuttosto miti, scioglieranno rapidamente la neve ancora abbondantemente presente sotto i 1300 metri.

 

Domenica sarà ancora una giornata di transizione, con il richiamo mite occidentale generato dal minimo situato sulla Francia. Anche in questa fase ci attendiamo alti tassi di umidità e cielo coperto, con nubi basse sui monti. Temperature ancora alte in montagna, tanto che gli eventuali deboli fenomeni nevosi saranno confinati solo sopra i 1500 metri di quota.

 

Sulle dinamiche di isolamento della circolazione ciclonica non è invece al momento possibile essere più chiari, vista la lunga distanza temporale e la difficoltà a inquadrare la traiettoria delle gocce fredde. Nei prossimi aggiornamenti esamineremo nel dettaglio l’evoluzione della goccia fredda fornendo maggiori dettagli. 

Sardegna Clima Onlus - Cod. Fisc. 93040750916 - Sede Legale: Via S.Satta 1 - 08023 Fonni (NU) - Contatti: E-mail. info "at" sardegna-clima.it

Top Desktop version

Questo sito utilizza cookie tecnici per rendere la vostra navigazione più facile ed intuitiva.

I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.