Sardegna Clima Onlus

Switch to desktop

Imminente forte scaldata: temperature di nuovo fino a 20°C

temp. max veneVa rapidamente riassorbendosi l’ondulazione meridiana del getto polare, capace di subentrare per circa 24 ore nel cuore del Mediterraneo e pilotare masse d’aria fredda di origine polare marittima verso latitudini più basse.

Le precipitazioni, apportate a più riprese da transiti frontali e linee di instabilità, hanno interessato prevalentemente i settori occidentali dell’isola, specialmente le aree sopravvento a ridosso degli ostacoli orografici in virtù delle tese correnti occidentali in accompagnamento. E’ tornata pure la neve, a tratti abbondante sopra i 1200 metri ma il manto bianco è destinato a durare poco. L’impianto barico mediterraneo è infatti pronto ad un nuovo ed importante scossone che riposizionerà i protagonisti della scena meteo.

L’evoluzione meteo, da qui fino a lunedì, sarà controllata ancora dal vortice depressionario islandese che affonderà il raggio d’azione verso l’Atlantico orientale determinando, di risposta, l’invio di masse d’aria molto miti, d’estrazione sub tropicale marittima, verso la nostra isola. E’ importante sottolineare il repentino rialzo delle temperature alla quota isobarica di 850 hPa, circa 1500 metri, che riporterà i valori oltre i 10°C già nella giornata di domani. Rialzo termico che si manifesterà prepotentemente anche al suolo manifestandosi più incisivo nelle aree sottovento alla circolazione occidentale (le aree “riparate” dall’orografia) dove, oltre al contributo mite della massa d’aria, si aggiungerà il riscaldamento adiabatico per compressione indotto dalla discesa delle correnti lungo i versanti. Detto ciò sarà lecito attendersi il ritorno a valori massimi fino a 16°C/17°C su Sassarese, Oristanese, medio alto Campidano e Sulcis Iglesiente, 18°C/19°C su basso Campidano, Cagliaritano e aree costiere del basso Sulcis, Gallura e Baronia e picchi fino a 20°C/21°C su Ogliastra e Sarrabus. Non mancherà qualche passaggio nuvoloso ma la parentesi meteo che va aprendosi ora sarà sostanzialmente asciutta.

temp. max vene

 

 

Aumentano le possibilità, dopo la metà del mese, di un innalzamento dell’alta pressione delle Azzorre verso latitudini polari, evoluzione questa che potrebbe favorire la discesa di aria fredda artica in direzione dell’Europa centrale e Mediterranea, ma su questa tendenza torneremo nei prossimi giorni con maggiori dettagli. 

Sardegna Clima Onlus - Cod. Fisc. 93040750916 - Sede Legale: Via S.Satta 1 - 08023 Fonni (NU) - Contatti: E-mail. info "at" sardegna-clima.it

Top Desktop version

Questo sito utilizza cookie tecnici per rendere la vostra navigazione più facile ed intuitiva.

I dati raccolti grazie ai cookie servono per rendere l'esperienza di navigazione più piacevole e più efficiente in futuro.