28 Novembre 2008 – Ciclogenesi estremamente profonda in prossimità della Sardegna

Il minimo depressionario che ha interessato la Sardegna, generando la tempesta di scirocco più intensa degli ultimi anni, si è presentato molto profondo, con minimo al suolo di 990 hPa e geopotenziali molto bassi alle medio-basse quote atmosferiche. Gli 850 hPa “nell’occhio del ciclone” erano collocati a 1280 metri di quota, contro i 1450-1500 metri tipici delle nostre latitudini. Dalla immagine sat allegata si nota infatti la forma a ricciolo che ha assunto la tempesta, che può essere definita come ciclone extratropicale Mediterraneo.

Per le prossime ore si attende uno spostamento del minimo, in graduale colmamento, verso est-sud est, rispetto alla posizione assunta nella immagine allegata. Questo spostamento del minimo depressionario, sarà la causa della rotazione dei venti dai quadranti occidentali, sull’isola.
Da domani poi si passerà sotto l’influenza di una depressione collocata sulla Francia, che piloterà aria instabile sulla Sardegna da ovest, con il passaggio di frequenti e rapidi rovesci , concentrati nella costa occidentale.
Dal 1 Dicembre potrebbe formarsi un minimo a ovest della Corsica con valori di pressione attorno ai 993 hPa, responsabile di forti correnti di Ponente (w) sulla Sardegna.

Aggiungi un Commento