Calangianus – Paese in tilt a causa di un nubifragio, moltissime case e cantine allagate

Domenica 03 giugno 2007
Sono stati sufficienti due ore di pioggia battente per riportare Calangianus in una situazione simile a quella dell´alluvione di quattro anni fa. Brutto pomeriggio, ieri, nella cittadina gallurese, a causa delle intense precipitazioni che hanno provocato disagi e danni in diversi punti del centro abitato. I vigili del fuoco di Tempio hanno effettuato almeno cinque interventi particolarmente difficili, lungo la vecchia strada per Sant´Antonio di Gallura e nelle immediate vicinanze dello stadio comunale. Il problema è sempre lo stesso, lo sanno bene gli amministratori comunali e soprattutto chi deve subire i disagi. In alcuni punti, infatti, la rete fognaria è inadeguata. Inoltre vi sono alcuni edifici molto vicini ad un piccolo corso d´acqua, oggi completamente incanalato, che in caso di pioggia intensa, sono esposti ad allagamenti di garage e scantinati. Situazione che puntualmente si è verificata ieri pomeriggio. I più sfortunati sono stati i proprietari delle abitazioni allagate che avevano nei garage auto e moto. Acqua e fango hanno provocato danni per diverse migliaia di euro, oltre ai problemi agli edifici. I vigili del fuoco hanno lavorato sino alla tarda serata, quando la situazione è ritornata alla normalità. Rispetto all´alluvione di quattro anni fa, fortunatamente, gli edifici interessati sono stati molto pochi. Ma il problema resta tutto ed è una delle questioni delle quali a breve dovrà sicuramente occuparsi la nuova giunta del riconfermato sindaco Antonio Scano. Per la verità, negli ultimi due anni, gli interventi di sistemazione e messa in sicurezza delle zone maggiormente a rischio, sono stati numerosi e soprattutto efficaci. Evidentemente però restano alcune situazioni da verificare, il pomeriggio di ieri lo ha confermato.
A. B.

Aggiungi un Commento