Curiosità sul pomeriggio temporalesco

Un nocciolo di aria fresca in quota, entrato nella notte in territorio italiano e posizionatosi nel corso della mattinata primo pomeriggio sul Tirreno settentrionale, ha provocato anche questo pomeriggio come ci aspettavamo, una più intensa attività temporalesca che ha interessato maggiormente i settori a nord del Gennargentu. I nuclei temporaleschi che a più riprese si sono formati, ha seguito una traiettoria sud est – nord ovest, raggiungendo localmente valori di rain rate davvero notevoli come evidenziato dalle scansioni radar che hanno raggiunto, nei dintorni di Budduso’, il fondo scala.

 

Nella sovrapposizione che segue voglio far notare come i temporali siano sorti in corrispondenza della fascia di convergenza al suolo prevista da WRF nell’uscita notturna delle 00.

Tale fascia va dal capoterrese, dove si sono registrati temporali moderati gia dall’ora di pranzo, seguendo i monti del Sarrabus, Barbagia-Ogliastra, fino ai monti del Goceano e della Gallura, dove le precipitazioni sono terminate da poco

 

Tale “fascia temporalesca” era determinabile dall’analisi del Lifted Index, sempre riferito al modello WRF uscito alle 00, come mostrato sotto

 

Leave a Reply