In arrivo una tempesta d’altri tempi

In accordo agli indici Nao e Ao, entrambi in diminuzione nei prossimi giorni, e alla Madden Julian Oscillation, prevista tornare in area Africana orientale, con conseguenti anomalie bariche negative sull’Europa centro occidentale, nei prossimi giorni si assisterà ad uno stravolgimento barico che non ha precedenti, in ambito europeo centro meridionale, negli ultimi anni.

 

Gia dalla giornata di domani, la rotazione verso nord ovest dell’asse maggiore dell’alta pressione delle Azzorre, che di conseguenza si disporrà lungo i meridiani, lascerà aperta la strada ad una bassa pressione che prenderà origine tra domani e dopo domani a nord delle isole britanniche.

Tale centro bassopressorio troverà strada libera nel suo cammino verso sud, e sarà supportato da valori barici al suolo davvero notevoli, stimati attorno ai 960hPa.

La sua influenza sul territorio sardo la sentiremo a partire dalla giornata di domenica, quando le sue propaggini più meridionali richiameranno correnti umide.

A partire da lunedi i venti di libeccio rinforzeranno diffusamente, specialmente nelle zone esposte, assumendo intensità di tempesta, a causa dell’elevato gradiente barico che verrà a crearsi tra la nostra isola ( con circa 990hPa – anche meno nei settori settentrionali ) e la Francia, dove si troverà il minimo ( con valori prossimi ai 960hPa ).

Situazione estremamente interessante che richiede continue analisi alle prossime uscite modellistiche.

Aggiungi un Commento