Oregon Scientific

Oregon

Si tratta di stazioni di un livello lievemente superiore alle La Crosse, pur con qualche svantaggio. Il prezzo oscilla tra i 250 e i 400 euro. In particolare l’ultimo modello (WMR200) è stato modificato, con delle aggiunte, come il data logger, che rende le vecchie versioni come la WMR918 o WMR 928 piuttosto incomplete, tuttavia non è stata ancora risolto il problema della bassa risoluzione del pluviometro, che continua a campionare con una risoluzione di 1 mm, determinando una scarsa affidabilità dei dati di rain rate, che la consolle calcola senza l’ausilio di software opzionali.

La bassa risoluzione dei pluviometri determina una impossibilità di effettuare confronti precisi, con i dati forniti da stazioni La Crosse o Davis. Tuttavia i pluviometri Oregon possono essere tarati tramite l’avvitamento e lo svitamento delle viti al di sotto delle bascule, perciò eventuali errori possono essere corretti senza l’utilizSalvazo di un software. Il punto di forza delle stazioni meteo Oregon wireless è invece la trasmissione autonoma del segnale, da parte di ogni singolo sensore, alimentato singolarmente, tramite pannello solare. La trasmissione del segnale con ostacoli difficilmente supera i 30-40 metri, ma non è comunque soggetta a frequenti perdite di segnale. L’anemometro mediamente sottostima la velocità del vento di 5-10 km/h e l’intervallo di campionamento del segnale di 14 secondi, anche se superiore ai tempi della La Crosse, porta alla perdita di un gran numero di raffiche.

La quantità dei materiali con cui è costruita la stazione è molto buona e anche i trasmettitori resistono per vari anni senza troppa manutenzione. Tuttavia dopo qualche anno si riscontra una perdita di affidabilità dei dati termo-igrometrici.

Aggiungi un Commento