Quando l’autunno diventa inverno

Mentre il minimo si allontana tiriamo le somme di questa precoce ondata di freddo. Durante la notte le minime sull’isola sono scese notevolmente, con le prime diffuse gelate negli avvallamenti a bassa quota del Nuorese. Tra i dati della rete amatoriale provenienti dalle aree collinari segnaliamo:

Villanova Strisaili -3.1°C

Gavoi -2.1°C

Fonni Massiloi -2°C

Illorai -1.9°C

Sadali -0.5°C

Giave -0.5

Per quanto riguarda invece le stazioni di alta montagna citiamo i -3.1°C del Separadorgiu a 1460 metri di quota, dove ieri la temperatura si è mantenuta per tutto il giorno sotto lo zero. Gli accumuli nevosi in quota si presentano piuttosto irregolari, sopra i 1500 metri è lecito attendersi circa 40-50 cm localizzati alle aree sottovento prossime alle creste.

Alleghiamo anche alcune tra le più belle fotografie che ci sono giunte sul sito e nella nostra pagina Facebook. Fabio Manca di Gavoi, nelle prime ore della mattina del 30 Ottobre ha fotografato il lago di Gusana “fumante”, un fenomeno piuttosto frequente nelle fredde mattine invernali, ma questa volta molto evidente e diffuso a gran parte del lago, a causa delle alte temperature dell’acqua, che contrastano con l’aria umida e molto fredda, che continuamente scende dalle fredde superfici delle montagne.

 

 

L’altra fotografia che abbiamo scelto, arriva da Mattia Meloni, che da Sadali frequentemente realizza splendide fotografie di paesaggi innevati. Questa volta ci mostra gli accumuli nel versante sud occidentale del Gennargentu, evidenziando la irregolarità della copertura nevosa. 

 

Leave a Reply