Sardegna – Meteo nel breve e medio termine: Sole, poi Pioggia, e poi…Freddo?

Il sistema perturbato, isolatosi sul Mediterraneo da oltre 10 giorni, sarà ridimensionato dell’espansione di un campo di Alta Pressione in risalita da Sud. La Sardegna si troverà sotto una cupola Anticiclonica dove è visibile la fusione tra Alta Africana e Azzorriana.

 

Tale situazione garantirà pertanto un miglioramento delle condizioni Meteorologiche sulla nostra Isola, che sarà tuttavia temporaneo. Una nuova Saccatura infatti, con asse NE-SW, andrà a scavare una nuova area depressionaria tra Baleari e Penisola Iberica, che già domenica indurrebbe un aumento della nuvolosità anche sulla Sardegna, e non sono escluse precipitazioni, poi, in serata.

Per l’inizio della settimana, e qui siamo nel campo previsionale a contibuto probabilistico, l’ipotesi più quotata è quella di un mantenimento dell’assetto perturbato sul Mediterraneo occidentale, con nuovo e più marcato coinvolgimento della Sardegna, e più probabilmente dei settori occidentali, tra martedì e giovedì – ovest in prima linea, in quanto verrebbero innescate correnti di Libeccio umide e instabili.

L’evoluzione del Tempo per la seconda parte della settimana, e qui siamo davvero nel campo probabilistico più tenace, vedrebbe un graduale abbassamento del flusso perturbato Atlantico, con i primi ingressi di Aria Artica sul Mediterraneo.

I diagrammi della temperatura attesa a 850 hPa, che ricordiamo sono quelli che ci danno una chiara e inequivocabile idea dell’evoluzione termica alle quote umane, propongono una tendenza verso valori sotto la media, e prossimi allo Zero a tale quota (circa 1.400 m slm). Come si può osservare, ognuno dice la sua (centu concas e centu barritas) e l’incertezza è ancora ampia.

Ecco l’impianto barico atteso per la seconda parte della prossima settimana, con ingresso di correnti fredde dal Nord Europa attraverso la porta del Rodano, sottoforma di Maestrale

Il dominio dell’ Alta Pressione Azzorriana sul Continente Europeo, responsabile paradossalmente della fase di prolungato sulla nostra Isola, pare destinato a spegnersi quindi, per lasciare spazio a scenari più tipicamente autunnali e, forse, invernali. Ci torneremo nei prossimi aggiornamenti.

18 Novembre 2021 – Dott.Meteor. Dario Secci

Aggiungi un Commento