Seconda occasione per la neve in montagna

Alla fine questa prima ondata di freddo si appresta a concludersi avendo portato sull’isola tanto vento e valori termici insolitamente bassi. La media delle minime per la 3° decade di Maggio, lungo le aree costiere è attorno ai +14°C, ieri mattina diverse località erano sotto i +7°C con picchi di +5°C localmente in alcune località alle porte del capoluogo.

Si presume che molte località di pianura abbiano raggiunto il valore record per la terza decade del mese di Maggio, grazie al connubio tra aria fredda e un buon grado di stabilità atmosferica, che ha favorito il raggiungimento di valori molto bassi nelle aree di pianura.

La neve ha fatto solo una timida apparizione sulla vetta del Bruncuspina, nelle prime ore di domenica, mentre la stazione meteo di Su Separadorgiu è rimasta per oltre 36 ore con il dewpoint sotto lo zero e la temperatura appena sopra.

La prossima settimana inizierà sotto l’influenza di correnti meridionali che porteranno nuovamente isoterme attorno ai +10°C a 850 hPa, nel sud della regione. Qualche pioggia potrebbe verificarsi nella parte occidentale dell’isola nella giornata di martedì, quando un minimo secondario dovrebbe transitare in prossimità della Sardegna.

Per quanto riguarda la neve l’occasione è rimandata alla prossima occasione, attesa per giovedì prossimo, quando una nuova massa di aria fredda irromperà nel bacino del Mediterraneo. Questa volta il nucleo di aria fredda sarà ben strutturato anche alle alte quote (nei giorni scorsi era concentrata principalmente alle basse quote) e questo potrebbe favorire maggiormente la fenomenologia convettiva, capace quindi di portare precipitazioni, piuttosto assenti negli ultimi giorni.

La neve in alta montagna a fine Maggio è piuttosto rara e il fenomeno possiamo stimare avvenga con una frequenza di 1 volta ogni 8-10 anni. I tempi sono quindi maturi per poter ripetere la storica nevicata del 2 Giugno 2006, che lasciò al suolo circa 10 cm di neve fresca fino ai 1400 metri di quota.

La nuova fase fredda si concluderà durante il fine settimana prossimo, momento in cui lentamente si tornerà ad avere condizioni meteo dalle caratteristiche più vicine all’estate. 

 

Alleghiamo qualche fotografia, fatta a Bruncu Spina, il 2 Giugno 2006:

 

 

 

Leave a Reply