Forti temporali in Barbagia e Ogliastra

Nel pomeriggio odierno si è assistito allo sviluppo di temporali molto intensi tra la Barbagia e l’Ogliastra. Si trattava di fenomeni individuati dal modello wrf Sardegna Clima, con precisione già dalla mattinata odierna. I rovesci hanno interessato vari paesi dell’interno in particolare concentrati nella parte centro orientale dell’isola.

Stimiamo accumuli attorno ai 30-40 mm in poche ore, che potrebbero essere stati registrati dalle stazioni arpas. Le stazioni della rete Sardegna-clima sono andate off-line a causa del temporale, che ha interessato in particolar modo i territori di Fonni, Orgosolo e Villanova Strisaili, con grandine e pioggia intensa, per almeno 2 ore.

  


 

In mattinata si notavano dei segnali che lasciavano intendere la presenza di aria instabile. Erano infatti presenti degli altocumuli, che segnalavano instabilità negli alti strati. In queste situazioni il riscaldamento del suolo riesce a creare una sorta di “camino” che spinge in alto l’aria umida. Questa aria umida, fresca e pesante stazionava oggi sopra il mare, ed era visibile sotto forma di un velo di aria grigiastra alto un centinaio di metri. Quest’aria per essere spinta in alto dai moti convettivi, necessitava di un forte riscaldamento (convettivo).

Il riscaldamento era necessario, altrimenti sarebbe servita tantissima energia per permettere l’ascesa e la condensazione di una massa di aria così fredda e pesante, energia che non poteva essere presa sicuramente da una convergenza di venti, in una situazione di stabilità come quella attuale. L’energia per il sollevamento è giunta dall’irraggiamento che ha riscaldato, fatto espandere e reso leggera l’aria all’interno dell’isola generando una circolazione convettiva a mesoscala.

Leave a Reply