Temporali mercoledi poi brusco abbassamento delle temperature

wrf12

wrf12Si apre una settimana che, dal punto di vista meteorologico, avrà sembianze tutt’altro che primaverili: tra martedi sera e mercoledi una perturbazione vagante nel basso Mediterraneo interesserà la nostra isola apportando precipitazioni temporalesche con accumuli maggiori nei settori meridionali dell’isola, mentre nella seconda parte della settimana la Sardegna verrà spazzata da un intenso flusso freddo di maestrale che determinerà un importante abbassamento termico scongiurando le uscite al mare anche per il prossimo fine settimana.

Nella giornata di domani, martedi 21, assisteremo ad un peggioramento graduale delle condizioni meteorologiche, con un intensificazione della ventilazione orientale per l’approssimarsi da ovest del minimo di bassa pressione con minimo al suolo prossimo ai 1002hPa, e l’ingresso in serata del fronte caldo. Nuvolosità in progressivo aumento nel corso della giornata con prime precipitazioni nel corso della nottata per temporali in ingresso da sud ovest.

Temporali che saranno più presenti nella mattinata di mercoledi 22, quando il centro di bassa pressione transiterà nel canale di Sardegna in direzione Tirreno meridionale. Si tratterà di un peggioramento molto veloce, e gli accumuli saranno maggiori nei settori meridionali dell’isola (richiamiamo ai prossimi aggiornamenti con l’ausilio dei modelli Lam principali). Nella giornata di domani, nella sezione dedicata ai commenti all’articolo o con un altro articolo, si parlerà delle aree maggiormente interessate e di accumuli. Alleghiamo la previsione degli accumuli nelle 24 ore di mercoledi (senza tenere conto che le prime precipitazioni potrebbero verificarsi prima delle 24 nei settori meridionali ed occidentali) fonte WRF-NMM V3.4 12km, dalla quale si evince come l’area maggiormente dovrebbe essere quella del Sulcis Iglesiente. Resterebbe leggermente in ombra pluviometrica il cagliaritano per via della prevista ventilazione forte da est nord est. Un miglioramento delle condizioni meteo è atteso dalla serata, con ingresso di intense correnti di maestrale.

mmmmmmm

wrf12

Correnti di maestrale che saranno assolute protagoniste anche nelle giornate di giovedi 23 e venerdi 24. Nella giornata di giovedi avranno un iniziale effetto favonico, come si evince dalle termiche ad 850hPa superiori ai +10°C in ingresso nel Mediterraneo centrale dalla porta del Rodano. Aria fredda che, con la formazione di un minimo ligure, sottovento alla catena alpina, comincerà a gettarsi nel Mare Nostrum decisamente dalla giornata di venerdi.

Sabato 25 le correnti di maestrale associate al minimo nel nord Italia potrebbero assumere caratteristiche perturbate apportando un peggioramento delle condizioni meteo con precipitazioni sparse e possibile ritorno della neve nel Gennargentu fino ai 1500-1600 metri. Nella cartine a seguire vengono mostrate le anomalie termiche attese per il fine settimana, con la Sardegna che avrà temperature di 6°C inferiori alla media del periodo.  

mink

Leave a Reply