Spettacolo temporalesco nel sud est sardo

frf

frfA partire dalle 22 della scorsa notte, intensi temporali generatisi all’interno del flusso caldo umido in risalita dal nord Africa verso il canale di Sardegna, hanno preso vita a ridosso della nostra isola. Come si è appreso dalle scansioni satellitari, i fenomeni sono risultati particolarmente intensi e ripetuti nel corso delle ore notturne, nei settori sud orientali sardi, dove per l’occasione mi ero trasferito per trascorrere la notte.

Attività temporalesca che è stata accompagnata anche da una notevole attività elettrica, come si evince dalla foto scattata a Porto Corallo, con fulminazioni per la maggior parte di tipo nube-nube. La foto è riferita all’immagine sat all’infrarosso relativa alle ore 23, in cui il nucleo precipitativo più intenso, individuabile nel vertice della V della struttura convettiva, è appena entrato in mare e regala uno spettacolo al porto davvero affascinante. La traiettoria seguita è ssw-nne.

Temporale decisamente più intenso, ma molto localizzato come si vede nella seconda immagine satellitare nel campo del visibile, al mattino attorno alle 9 con la medesima struttura a V. Attività elettrica sempre molto intensa, ma stavolta con fulminazioni nube terra ravvicinate, rain rates elevatissimi, grandine dal diametro stimabile sui 1,5-2 cm, e visibilità scarsissima per 10 minuti di pioggia torrenziale che ha anche arrecato degli allagamenti nella vecchia statale 125 in prossimità di Villaputzu-Muravera. Temporale che poi a partire della 10 ha abbandonato l’isola prendendo la via del Tirreno.frf

ore 23

ore 9

Segnaliamo gli odierni 23,6mm di Castiadas.

Altri scatti che testimoniano l’attività nube-nube del temporale in allontanamento verso il Tirreno.

gtefvr

Il caratteristo porticciolo di Porto Corallo dopo il passaggio del primo temporale notturno, del quale si intravede in lontananza la sagoma cumuliforme.

frefre

Leave a Reply