Seconda parte di luglio dinamica

Come da previsione, la Sardegna si trova sotto un flusso di correnti meridionali particolarmente umide e calde, indotte da un affondo fresco nell’ovest Europa , che hanno riportato le termiche sopramedia di circa 7°C. Non si tratta di un eccezionale ondata di calore, tuttavia date le correnti e la particolare orografia sarda sono attesi i 40°C e localmente oltre nelle pianure interne specie nella giornata di domani.

 

Tale quadro sinottico è destinato ad avere vita breve e mutare nel corso di questa settimana (mercoledi-giovedi) con l’ingresso fresche correnti di maestrale. Inizierà una seconda parte del mese caratterizzata da condizioni termiche più piacevoli, complici i diversi ingressi freschi da nord previsti per la penisola italiana.

Andiamo per gradi.

 

Nella prima fase, alla quale si riferisce la prima elaborazione grafica, la MJO in fase 1, anche piuttosto intensa, e il Nao index negativo accompagnano una discesa fresca in zona iberica, avvezione di vorticità positiva come si evince dalla colorazione rossa che rimarca velocità verticali negative (diffusa ed intensa attività convettiva), con conseguente richiamo caldo sul centro est Europa, colorazioni azzurre indicano moti verticali positivi tipici di anticicloni dinamici.

 

A seguire la MJO prevista in fase 2 ed una risalita del Nao index provocheranno un aumento dei geopotenziali in zona est atlantica e nord atlantica. Tale “movimento” sinottico eviterà a nuove incursioni fresche di gettarsi in tale area e richiamare aria calda nel suo settore orientale. Le incursioni fresche, data la nuova disposizione bariche, avranno maggiori possibilità di interessare il comparto italico e garantire una seconda parte del mese di luglio variabile dal punto di vista termico.

Leave a Reply