Ancora incendi, il caso di Monti-Olbia

incendio4

incendio4Sono già alcune centinaia i roghi che dall’inizio della stagione estiva hanno colpito la Sardegna, circa una ventina quelli che hanno interessato una superficie superiore ai 50 ettari. Il peggiore dei quali fino ad oggi è stato quello scoppiato in agro di Monti il primo pomeriggio del 30 Giugno scorso.

 

Di origine dolosa, secondo gli investigatori, percorrendo oltre 7 km sospinto dal Maestrale è arrivato a lambire l’aeroporto del capoluogo gallurese causandone la chiusura per alcune ore. Nell’immagine satellitare SPOT-4 (visualizzata a falsi colori) si nota chiaramente la cicatrice causata dal rogo.

incendio4

Gli ettari bruciati da stime satellitari ammontano a circa 800. Il bilancio in termini di vegetazione perduta non è stato grave in quanto l’incendio nel suo cammino ha bruciato sostanzialmente pascoli, qualche vigneto e pochi ettari di bosco rado. Tuttavia ha lambito parecchie abitazioni e causato danni ad alcune aziente agricole.

Questo in corso è statisticamente il periodo più critico per gli incendi nell’isola, proprio le ultime due decadi di Luglio rappresentano infatti, soprattutto per le condizioni climatiche, il momento di maggiore vulnerabilità dei nostri boschi.

Ricordiamo che circa il 30% degli incendi ha origine colposa e dunque da disattenzioni o negligenze (fonte CFVA). Raccomadiamo perciò sempre massima prudenza quando si è in campagna ed evitare di gettare i mozziconi di sigaretta quando si è in macchina.

 

 

 

Leave a Reply